• Home
  • News
  • Pensare in anticipo agli investimenti per il futuro

Pensare in anticipo agli investimenti per il futuro

Industria 4.0, il sistema dei bandi regionali e nazionali, la garanzia del mediocredito centrale e i fondi Bei, le agevolazioni fiscali: sono alcuni dei temi che sono stati trattati durante il seminario organizzato lo scorso 19 aprile dallo Studio Broglia Commercialisti & Associati di Parma

Industria 4.0, il sistema dei bandi regionali e nazionali, la garanzia del mediocredito centrale e i fondi Bei, le agevolazioni fiscali: sono alcuni dei temi che sono stati trattati durante il seminario organizzato lo scorso 19 aprile dallo Studio Broglia Commercialisti & Associati di Parma con l’obiettivo di fare il punto sulle agevolazioni finanziarie e fiscali a disposizione delle Pmi che in questo momento decidono di effettuare un investimento, anche in beni immateriali. Ad aprire la mattinata, che ha visto la presenza di oltre cento partecipanti, il dottor Gianluca Broglia, che nel suo intervento di apertura ha ricordato come sia importante stimolare le imprese a sfruttare un momento positivo per quanto riguarda la richiesta di finanziamenti, utilizzando tutti gli strumenti e gli spazi disponibili che permettono oggi alle banche di essere più aggressive nei tassi. In sintesi, pensare in anticipo agli investimenti per il futuro.

Agevolazioni finanziarie e fiscali per gli investimenti nelle Pmi

Alle presentazioni si sono aletranti il dottor Vailati del Banco BPM e Matteo Bottioni esperto di finanza agevolata e di servizi finanziari dello Studio Broglia.

Per quanto riguarda l’Industria 4.0 è stata presentata la proroga della Legge Sabatini, il credito d’imposta disponibile per le attività di ricerca & sviluppo, il superammortamento e l’iperammortamento. Da segnalare le agevolazioni relative alla spese sostenute per la formazione e il supporti offerti alle start-up innovative. Per quanto riguarda invece le agevolazioni finanziarie disponibili per le Pmi è stato presentato il Fondo di garanzia che intende agevolare le imprese nell’ottenimento del credito e il Fondo europeo degli investimenti.

Per quanto riguarda invece i bandi regionali e statali si è fatto il punto sul Fondo Starter, sul Fondo Energia, sulle agevolazioni disponibili per le nuove imprese e per le imprese femminili, sugli incentivi alle start-up innovative, sul Bando Inail per la sicurezza e salute sui luoghi di lavoro e sui finanziamenti Simest per l’internazionalizzazione delle imprese.

 

Chi fosse interessato ad approfondire queste tematiche o a una consulenza in merito alle agevolazione per gli investimenti può contattare Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.